Aggiornamenti sulla situazione a Fukushima

by

Prima di andarmene in ferie, vi voglio lasciare con dei doverosi aggiornamenti in merito alla crisi nucleare a Fukushima. In realtà stavo aspettando che l’ambasciata italiana emettesse un comunicato di aggiornamento, ma a quanto pare non sono molto sul pezzo diciamo, quindi vi faccio un sunto degli avvenimenti di queste ultime settimane. Premetto che tutto quello che vi riporto viene preso direttamente dai due maggiori network online giapponesi, ovvero NHK e KYODO. Iniziamo dai lavori di decontaminazione e ricircolo di acqua dei reattori di Fukushima. Come vi avevo già segnalato nell’ultimo aggiornamento, il sistema di decontaminazione franco-americano ha sempre avuto problemi, a più riprese il lavoro di decontaminazione è stato sospeso a causa di svariate perdite. L’impianto comunque non ha mai lavorato al suo massimo, ma è sempre stato ben al di sotto delle capacità dichiarate dai francesi e dagli americani. L’operazione ha comunque portato ad un relativo raffreddamento dei vessel, riutilizzando l’acqua presente e decontaminata con questo sistema.

decontamination Aggiornamenti sulla situazione a Fukushima

Lo step 1 del piano, ovvero quello di portare stabilmente la temperatura dei reattori al di sotto dei 100° centigradi, è stato comunque raggiunto. Nel frattempo, un secondo sistema di decontaminazione, di produzione giapponese, è stato affiancato a quello attualmente in funzione. Lo speciale della NHK su questo argomento lo potete vedere a questo link. Passiamo ora al discorso relativo alla contaminazione del cibo, nello specifico della carne proveniente da Fukushima e da altre 3 prefetture della regione del Tohoku. La preoccupazione viene dalla rilevazione di alti valori di Cesio trovati in alcuni campioni di carne, che purtroppo erano già stati spediti per la consumazione. Circa 500 kg di questa carne, che presentava un valore di 3 volte superiore il limite legale, sono stati consumati, mentre tutta la restante carne proveniente dalla prefettura di Fukushima è stata ritirata dal mercato e acquistata dal governo. La contaminazione è avvenuta non a causa di un’esposizione diretta del bestiame, ma per via dell’ingerimento di fieno e paglia contaminati con alti livelli di Cesio.

beef Aggiornamenti sulla situazione a Fukushima

Dalla prima rilevazione, il governo ha esteso i controlli sulla carne, e ha sospeso tutte le spedizioni di carne provenienti da 4 delle 6 prefetture del Tohoku, tra cui quelle di Fukushima e Miyagi. Per vedere lo speciale su quest’argomento, andate a questo link. Controlli a tappeto ora verranno effettuati anche sull’alimento primario del Giappone, ovvero il riso. L’operazione prevederà due step: il primo sarà quello di misurare eventuali livelli di contaminazione del riso prima della raccolta; il secondo step prevede la misurazione dei livelli di radiazione dopo la raccolta e la lavorazione. Se lo step 2 vedrà dei livelli di radiazione al di sopra, o subito al di sotto, del limite legale, la produzione e la spedizione del riso di quella prefettura verranno immediatamente sospesi. E’ auspicabile che nei prossimi mesi i test sui cibi verrano intensificati, in modo da definire quali siano le zone a rischio per gli alimenti, per via delle contaminazioni del terreno. Nel frattempo sia il governo che la Tepco ribadiscono che, come da progetto presentato lo scorso Maggio, la situzione nota come “cold shutdown” di tutti i reattori, dovrebbe essere raggiunta nel prossimo Gennaio.