Il castello di Nagoya

by

Costruito agli ordini dello shogun Tokugawa Ieyasu, il Castello di Nagoya si trovava in un luogo strategico, con lo scopo originale di fermare gli attacchi provenienti da Osaka. Il castello fu terminato nel 1612, mentre l’adiacente palazzo Hommaru fu completato tre anni dopo, nel 1615. Nel 1930, il Castello di Nagoya, e il palazzo Hommaru, furono i primi castelli giapponesi ad essere designati come tesori nazionali. Purtroppo, il mastio principale, il Palazzo Hommaru e la maggior parte degli edifici vennero distrutti durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, nel Maggio del 1945. Tutto ciò che rimase integro furono 3 torri, 3 porte e alcuni elementi architettonici dell’interno del castello, che riuscirono miracolosamente a salvarsi e che vennero poi dichiarati importanti beni culturali.

nagoya castle 2 Il castello di Nagoya

Il Donjon (il centro dell’area verde della foto) è stato completamente ricostruito nel 1959, e alcune opere di ricostruzione sono ancora in corso: la ricostruzione del Palazzo Hommaru è iniziata nel 2009 e sarà terminata solo nel 2018. Per ora, il palazzo è visibile solo come un edificio rettangolare coperto da impalcature (a destra del mastio nella foto).

Consiglio di viaggio: Se si visita il castello di Nagoya, si può dare un’occhiata a lavori di ricostruzione, con le tradizionali tecniche di lavorazione del legno, da un corridoio di osservazione situato a 9 metri dal suolo.