Sviluppata una camera che “vede” le radiazioni

by

La Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA) in collaborazione con la Japan Atomic Energy Agency (JAEA), hanno sviluppato un prototipo di macchina fotografica in grado di “vedere” la contaminazione radioattiva. La nuova fotocamera è in grado di rilevare i raggi gamma emessi dalle sostanze radioattive come il cesio e altri. La visualizzazione totale dei raggi gamma emessi dal cesio 137 e 134, vengono catturati in sei diversi colori, in un’immagine scattata con un obiettivo grandangolare, dove il rosso e il giallo rappresentano i livelli di radiazione più alti. Questa nuova tecnologia consente di capire facilmente dove le sostanze radioattive espulse dalla centrale di Fukushima si siano accumulate, ed è probabile che ciò potrà aiutare il lavoro di decontaminazione delle zone colpite. In febbraio, la JAXA e la JAEA hanno testato il prototipo di questa macchina fotografica in diverse località nella prefettura di Fukushima, tra cui supermercati e strade del villaggio di Iitate, area facente parte della zona di evacuazione, e hanno confermato la sua efficacia. Secondo l’agenzia, le immagini prodotte con la nuova macchina fotografica sono più precise di quelle scattate con apparecchiature di imaging attualmente in uso presso l’impianto nucleare.


hoshacam di breakingjp3