Articolo già visitato

La scena è questa: stazione alla periferia di Kyoto. Mattina presto. Sono circondato da bambini giapponesi che vanno in stazione e prendono il treno. Da soli. Età non più di 7/8 anni. La prima volta ci resti, la seconda non più. Alla fine ti ricordi che non sei in Italia, ma sei in Giappone, e lì molte cose sono totalmente differenti da dove vivi tu, e per fortuna loro direi. I bambini giapponesi sono diversi da tutti gli altri bambini del mondo: gli viene insegnato ad essere indipendenti già in giovanissima età, il che si traduce che bambini di 7/8 anni prendono già i mezzi pubblici da soli. Non è sintomo di incoscienza dei genitori, che per le prime volte sono assaliti da dubbi e paure com’è giusto che sia, ma alla fine prevale il senso comune dell’unità della popolazione. Se altri fanno così, e sono tranquilli, perchè non farlo? I bambini giapponesi sono inviati a scoprire il mondo esterno, in giovanissima età, proprio dai loro genitori. Molti di loro credono che andare a piedi a scuola e fare semplici gite, siano i primi passi per insegnare ai bambini a diventare indipendenti. Quindi non c’è da stupirsi quando in Giappone vedete bambini piccoli in divisa scolastica che si fanno strada fino alla stazione, negli alimentari e in molti altri luoghi. I genitori ritengono che i treni siano sicuri, in orario e facili da prendere, così si affidano all’intelligenza dei propri figli facendoli uscire da soli.

Come viene insegnata l’indipendenza ai bambini giapponesi?

Bambini giapponesi
Bambini giapponesi

A molti bambini giapponesi vengono affidati i primi compiti semplici, già all'età di 2 o 3 anni. La maggior parte di questi compiti sono legati a questioni familiari quali la pulizia o buttare via piccoli pezzi di spazzatura. Si tratta di un primo approccio alla vita per i bambini, non solo a casa, ma anche a scuola dove si impara il modo corretto di pulire e servire il pranzo, invece di dipendere dal personale. Il lavoro a scuola viene distribuito a rotazione tra i diversi studenti e in momenti diversi. I bambini sanno che devono pulire da soli e che se vogliono mangiare in un posto pulito è bene che lo puliscano come si deve. In questo senso, possono veramente capire le loro responsabilità e il loro contributo. Ecco perchè le strade giapponesi sono così pulite!

Bambini giapponesi
Bambini giapponesi

L'indipendenza dei bambini proviene da diversi fattori e diverse motivazioni. In primo luogo, viene insegnato il concetto di "dipendenza dal gruppo" in giovanissima età. Questo è il motivo per cui i bambini hanno un alto grado di indipendenza. Essi si fidano dei gruppi e imparano che è giusto, e importante, aiutare gli altri che hanno bisogno. Un bambino in pubblico sa chiaramente che, in caso di emergenza, può fare affidamento su altre persone per un aiuto. Un'altra ragione è la sicurezza generale del Paese. Il Giappone è uno dei luoghi con il più basso tasso di criminalità al mondo. Questo rende i genitori sicuri nel mandare i propri figli in giro da soli. La cultura del camminare e spostarsi con i mezzi pubblici è qualcosa di comune nel paese, quindi anche questo favorisce la sicurezza. Gli autisti sono abituati a condividere le strade con i pedoni, così molte persone pensano che sia sicuro per i bambini anche attraversare le strade.

A che età inizia l'indipendenza?

Bambini giapponesi
Bambini giapponesi

A molti bambini giapponesi viene insegnata l'indipendenza nel momento in cui entrano in età prescolare, o yochien (幼稚園). Una delle cose che imparano è come diventare autosufficienti. È un approccio passo per passo che garantisce la responsabilità nei bambini. È interessante notare che c'è addirittura un programma televisivo in Giappone, intitolato Hajimete no Otsukai, che mostra i bambini piccoli mentre svolgono commissioni per i loro genitori. Questa trasmissione segue bambini anche di 2 o 3 anni mentre fanno semplici compiti in casa. Insomma, una sorta di reality tv su come sono davvero i bambini giapponesi, ed è un programma che esiste da più di 25 anni. Il programma è seguito da molte persone perchè vedere dei bambinetti, affaccendati in situazioni domestiche, è molto kawaii.

Non va scordato però che la comunità svolge un ruolo enorme nel contribuire a favorire l'indipendenza nei bambini. I genitori, in realtà, non si fidano solamente dei propri figli, ma mettono molta fiducia nella comunità. Quando i vicini vedono dei bambini che camminano da soli, non chiamano la polizia, ma li aiutano se necessario. In molte comunità, persone si appostano in punti strategici per assicurarsi che i bambini arrivino alle proprie abitazioni sani e salvi. Il percorso da e per la scuola spesso include un aiuto lungo le strade, come ad esempio le guardie volontarie che aiutano i bambini ad attraversare le strade negli orari scolastici.

L'indipendenza è una lezione per tutta la vita. È un'abilità insegnata attraverso mesi di pratica, che stabilisce anche un senso di responsabilità. Insegnare ai bambini ad essere indipendenti, vuol dire sviluppare fiducia in se stessi, cosa che andrà a beneficio di tutti. Instillare questo pensiero nei bambini in giovane età, spesso dà loro la fiducia necessaria di cui hanno bisogno. Questo, a sua volta, si tradurrà nella buona crescita di un giovane che avrà fiducia e rispetto nel prossimo e che saprà poi insegnarlo ai propri figli. Un ottimo ciclo di insegnamento di vita!

L’indipendenza dei bambini giapponesi 2017-02-01T08:42:28+00:00 Godai - 五代