Articolo già visitato

Il Giappone è un paese pieno di tradizioni e stranezze varie, il che comprende anche le superstizioni giapponesi. Agli occhi di una persona esterna alla cultura e alla storia di un luogo, alcune superstizioni posso sembrare quanto meno bizzarre. E in Giappone ci sono molte gaffe culturali a cui bisogna stare attenti. Ma mentre alcune provengono da un’etichetta standard delle buone maniere, ce ne sono altre che si basano sulla superstizione. Ovviamente non ci sono solo queste 7 superstizioni giapponesi, ma queste in elenco sono particolarmente strane e curiose.

Fischiettare di notte

Superstizioni giapponesi

Di tanto in tanto vi sarà capitato che un ritornello, una musichetta, vi sia restata piantata nella testa vero? I classici tormentoni. E a volte capita che non si riesca a fare a meno di fischiettare questo motivo. Ma farlo di notte, in Giappone? Ecco, no, meglio non farlo. Nella credenza popolare, si pensa che i fischi durante la notte possano attirare i serpenti. Tuttavia, questo non è l'unico timore che i giapponesi hanno riguardo al fischiare di notte. In alcune aree del Giappone, alcune persone credono che i fischi possano attirare anche ladri e tengu (demoni della mitologia antica).

Non scrivere i nomi in rosso

Superstizioni giapponesi

Di norma l'inchiostro rosso non ha nulla di spaventoso. Ma scrivere i nomi con questo colore può portare guai. Questo a causa della credenza che scrivere il nome di una persona con dell'inchiostro rosso gli accorcerà la vita. Ma da dove viene tale superstizione? Ebbene, come molte delle superstizioni giapponesi, questa deriva dai cimiteri. In Giappone, quando vengono realizzate le lapidi, vengono scritti i nomi di entrambi i coniugi (anche se uno di loro è ancora in vita). Pertanto, per distinguere tra l'individuo vivo e quello defunto, il nome della persona in vita è spesso riempito con vernice rossa, che viene poi tolta al momento della sua morte.

State in guardia dalle piante nei vasi

Superstizioni giapponesi

Anche se nei tempi moderni questa superstizione è poco conosciuta, è ancora temuta tra le generazioni più anziane e tra coloro che lavorano negli ospedali. In Giappone, le piante nei vasi sono doni terribili da fare (in particolare a coloro che sono stati ricoverati in ospedale). Questo perché può essere interpretato come un sottile messaggio del tipo: «Spero che rimarrai radicato in ospedale per sempre, proprio come questa pianta!". Sulla falsa riga di questo dono da non fare, c'è anche da evitare di dare fiori bianchi (gigli, fiori di loto, camelie ecc) in quanto sono di solito associati con i funerali.

I numeri 4 e 9

Superstizioni giapponesi

In molte culture ci sono alcuni numeri sfortunati. Ad esempio, nelle culture cristiane, il numero 13 o il 17 sono così temuti da farci addirittura dei film (vedi Venerdì 13). Ma in Giappone sono altri i numeri da temere, ovvero il numero 4 e il numero 9. Ma perché? La risposta è molto più semplice e logica delle precedenti. In giapponese il numero 4 si pronuncia 'shi' (四/し), esattamente come la parola morte (死/し). Mentre il numero 9 in giapponese si pronuncia 'ku' (九/く), esattamente come le parole dolore e sofferenza (苦/く). Pertanto, le persone tendono a evitare questi numeri, che si tratti di dare una serie di regali o delle numerazione delle camere d'albergo.

Piantare le bacchette nel riso

Superstizioni giapponesi

Questa superstizione forse è la più conosciuta e la più importante da tenere a mente per evitare di recare dispiacere o fastidio ai giapponesi. Mai piantare le bacchette nel riso. Durante i funerali giapponesi, le bacchette vengono posizionate in verticale in una ciotola di riso che si trova sull'altare del defunto (hotokebashi/仏箸). Di conseguenza, questa immagine delle bacchette piantate nel riso viene associata ai funerali e alla morte. Quindi è facile capire perché mettere in verticale le bacchette nel riso a tavola non e visto di buon occhio.

Indossare un cravatta nera con una camicia bianca

Superstizioni giapponesi

Proprio come la voce precedente, le cravatte nere sono di solito usate per i funerali. Quindi, se siete in visita in Giappone per lavoro, sarebbe meglio evitare di indossare una cravatta nera su una camicia bianca, in modo che non sembri che stiate per andare ad un funerale.

Regali di matrimonio

Superstizioni giapponesi

E' comune nei matrimoni occidentali fare regali alla sposa e allo sposo, e dare solo del denaro a volte può non essere visto di buon occhio. Tuttavia, in Giappone, è esattamente il contrario. Ma fate attenzione! Ci sono alcune superstizioni a riguardo. Di solito, alle coppie vengono dati o 30 o 50 mila yen (circa 250 e 420€, rispettivamente). Allora perché non 20 o 40 mila? Beh, questo perché queste due cifre possono essere facilmente divise per due, dando così l'immagine di separazione e divorzio. Ma se proprio si vogliono donare 20 mila yen, basta farlo con una banconota da 10 mila e due da 5 mila yen, per assicurarsi che tale cifra non possa essere facilmente divisa.

Superstizioni giapponesi 2017-03-18T09:00:16+00:00 Godai - 五代