Articolo già visitato

Cari amici giapponizzati, oggi siamo lieti di presentarvi il film “Jukai: la foresta dei suicidi”, che arriverà nelle sale italiane il 28 settembre distribuito da Midnight Factory. Il film, diretto da Jason Zada, con Natalie Dormer, protagonista della saga di successo “Il Trono di Spade“, ha già avuto un grandissimo successo negli Stati Uniti. Un horror classico, inquietante e diabolico, ambientato nella foresta dei suicidi, realmente esistente alle pendici del Monte Fuji, luogo in cui le cronache locali riportano il maggior numero di suicidi in Giappone.

SINOSSI

Jukai: La Foresta dei Suicidi

La foresta esiste davvero. “Si chiama Aokigahara, conosciuta anche col nome di Jukai (in giapponese “mare di alberi”), e si erge, maestosa e terrificante, ai piedi del Monte Fuji in Giap­pone: è l’impenetrabile cornice del thriller dai risvolti soprannaturali Jukai - La fore­sta dei suicidi (titolo originale: The Forest). Una donna americana, Sara (interpretata da Natalie Dormer, già ne Il trono di spade e in Hun­ger Games), si addentra nella foresta alla ricerca della sorella gemella Jess (la Dormer stessa), scomparsa lasciando una scia di misteri. Esasperato dalle bizzarrie di Jess, il marito di Sara, Rob (Eoin Macken, già nella serie The Night Shift), non riuscirà a far desistere sua moglie dall’intraprendere un viaggio lungo quasi 10.000 km. Dopo aver raccolto informazioni presso la scuola nella quale insegna Jess, l’indomabile Sara deciderà di partire da sola per la foresta.

Jukai: La Foresta dei Suicidi

Accompagnata da un carismatico nuovo amico, il giornalista espatriato Aiden (Taylor Kinney, Chicago Fire), entrerà nella foresta dopo aver ricevuto innumerevoli raccomandazioni di “non allontanarsi dal sentiero”. La guida forestale Michi (interpretata dalla star giap­ponese Yukiyoshi Ozawa) cerca di tenerli sotto controllo, ma al calar della notte non riesce a dissuaderli dal restare nella foresta e si allontana, pur se riluttante, lasciando i due in balia degli elementi. E da quel momento la mente di Sara inizia a vacillare: inizia a dubitare delle intenzioni di Aiden e anche del fatto che affermi di non aver mai visto Jess. Risoluta a scoprire la verità sul destino della sorella, Sara dovrà affrontare le anime rabbiose e tormentate dei morti che assalgono chiunque osi entrare nel bosco. Questi spiriti maligni attenderanno Sara al varco, facendo di tutto per farla cadere in quei meandri oscuri e costringendola a lottare per mettersi in salvo.

IL CAST

Natalie Dormer (Sara/Jess Price)

Jukai: La Foresta dei Suicidi

Natalie Dormer sta conquistando il favore della critica, dell’industria cinematografica e del pubblico per le sue apparizioni formidabili a teatro, sul piccolo schermo e al cinema. Ha recitato, nei panni della combattente per la libertà e direttrice della troupe televisiva Cressida, nei due blockbuster Hunger Games: Il canto della rivolta, accanto a Jennifer Lawrence, per la regia di Francis Lawrence. Nel thriller Patient Zero di Stefan Ruzowitsky al fianco di Matt Smith, un film che narra la storia di una pandemia globale senza precedenti che finisce per generare una nuova specie di vita mostruosa, la Dormer indossa i panni di un medico che cerca una cura in lotta contro il tempo. Sul grande schermo è apparsa anche in The Counselor - Il procuratore di Ridley Scott; Rush di Ron Howard; W:E. Edward e Wallis di Madonna; Flawless di Michael Radford; Casanova di Lasse Hallström, con Heath Ledger, e Capitan America: Il primo vendicatore di Joe Johnston. Inoltre, ha interpretato la pretendente al trono Margaery Tyrell nella celeberrima serie Il Trono di Spade a partire dalla seconda stagione fino alla sesta andata in onda nel 2016. Ha ottenuto due volte la nomination agli Screen Actors Guild Award insieme agli altri attori del casting. Il suo volto è noto agli spettatori televisivi di tutto il mondo per il ruolo di Anne Boleyn ne I Tudors di Showtime, nonché per il suo ruolo ricorrente di Irene Adler in Elementary della CBS. Ha ottenuto dei ruoli ricorrenti anche nelle serie della BBC The Fades eSilk. Natalie Dormer ha recentemente interpretato il ruolo di Lady Seymour Worsley ne La Vita scandalosa di Lady W di Sheree Folkson per la BBC, la cui virtù fu oggetto di un caso giudiziario nel 1782, uno dei primi affaire sul divorzio del Regno Unito.

Taylor Kinney (Aiden)

Jukai: La Foresta dei Suicidi

Taylor Kinney ha ottenuto di recente una nomination al People’s Choice Award per la sua performance nei panni di Kelly Severide, il coraggioso tenente che comanda la Squadra Soccorsi con un aplomb imperturbabile nella popolare serie Chicago Fire a firma NBC. Oggi la serie è arrivata alla sua quarta stagione. Ha interpretato lo stesso personaggio anche nello spin-off della serie, Chicago PD. Le sue partecipazioni sul piccolo schermo includono anche un ruolo regolare nella serie Trauma di NBC, un ruolo ricorrente in The Vampire Diaries, ed è apparso in produzioni come Shameless, Rizzoli & Isles, Bones e Castle. Kinney è apparso anche nella serie web Dating Rules from My Future Self. Sul grande schermo si ricordano Zero Dark Thirty di Kathryn Bigelow, che ha ricevuto una nomination all’Oscar come miglior film; Rock the Kasbah di Barry Levinson accanto a Bill Murray; Consumed di Daryl Wein; Least Among Saints di Marty Papazian; il corto “Cheyanne” dell’acclamato film per la TV Five, diretto da Penelope Spheeris, nel quale è protagonista insieme a Lyndsy Fonseca; e la commedia di successo Tutte contro lui - The Other Woman, diretta da Nick Cassavetes, nella quale Kinney ha recitato accanto a Cameron Diaz e Leslie Mann. È apparso anche nel corto Prodigal di Ben Grayson, al fianco di Kenneth Branagh.

Yukiyoshi Ozawa (Michi)

Jukai: La Foresta dei Suicidi

Una star molto nota sui grandi e piccoli schermi giapponesi, Yukiyoshi Ozawa recita per la prima volta in inglese in Jukai - La foresta dei suicidi. Cresciuto a Tokyo, ha studiato teoria dell’arte drammatica presso la University of Fine and Applied Arts di Boston, concentrandosi principalmente sul metodo Stanislavskij; in seguito si è trasferito a New York per studiare recitazione con Harold Guskin. Dopo il ritorno in Giappone nel 1998, Ozawa ha debuttato sul piccolo schermo nei panni di Soji Okita nel dramma storico Tokugawa Yoshinobu (NHK). Ha ottenuto suo primo ruolo sul grande schermo nel famoso The Pig’s Retribution, diretto da Yoichi Sai, per il quale ha riscosso grandi consensi. Da allora la carriera di Ozawa nel suo paese natale è stata una catena di successi. Tra i suoi numerosi film sono da ricordare Tankentai No Eiko (La Gloria del Gruppo di Esploratori), April Fools, Hot Road, Unforgiven, The Brain Man, Hayabusa: The Long Voyage Home, Partners: The Movie II, Tsurugidake: Ten No Ki, Climber’s High, Hannin Ni Tsugu e The Hidden Blade. Tra i film che appariranno a breve ricordiamo Kainan 1890 (Naufragio 1890) e 64: Rokuyon. Sul piccolo schermo ha partecipato a The Glass Reed, Jikocho, The Perfect Insider, Team – Tokyo Metropolitan Police Department Special Crime Investigation Headquarters, Sakura e nel film storico Atsuhime di NHK. È figlio del famosissimo direttore d’orchestra Seiji Ozawa.

Eoin Macken (Rob)

Jukai: La Foresta dei Suicidi

Eoin Macken è apparso sul grande schermo al fianco di Milla Jovoich e Ali Larter nell’attesissimo sesto episodio della saga thriller-horror Resident Evil: The Final Chapter, scritto e diretto da Paul W.S. Anderson, in sala dal gennaio 2017. Per la TV continua a essere il protagonista nel ruolo del dottor TC Callahan nella serie televisiva medica The Night Shift di NBC, che giungerà alla quarta stagione nel 2017. L’attore irlandese ha indossato i panni di Erode Antipa nel film per la TV Killing Jesus, candidato all’Emmy Award e prodotto da National Geographic Channel, per la regia di Christopher Menaul. Macken è noto tra il grande pubblico anche per il suo ruolo di protagonista nei panni dell’avventuriero Sir Galvano nella serie televisiva di successo Merlin a firma BBC. Tra le diverse apparizioni sul piccolo schermo è da segnalare un ruolo ricorrente ne I Tudor. Eoin Macken di recente può fregiarsi anche del titolo di romanziere, dopo aver pubblicato il suo primo libro, Kingdom of Scars, che ha ricevuto una nomination ai Bord Gais Energy Irish Book Awards nel 2014.

 

IL REGISTA - Jason Zada

Jukai: La Foresta dei Suicidi

Jason Zada ha diretto Take This Lollipop, un corto interattivo premiato con l’Emmy Award. Accolto con tutti gli onori anche al SXSW Film Festival, il cortometraggio è stato visto da oltre 100 milioni di persone in tutto il mondo; avendo raccolto 13 milioni di “Like” su Facebook, è diventata l’applicazione con la crescita più rapida di sempre nella storia della piattaforma web. Nell’autunno del 2000 ha fondato l’agenzia pubblicitaria digitale Evolution Bureau (EVB), che negli otto anni seguenti è diventata una realtà di livello mondiale con 65 dipendenti. Come regista di spot pubblicitari, Zada ha lavorato sul messaging digitale, a mezzo stampa e televisivo con agenzie pubblicitarie di prim’ordine come Weiden + Kennedy, Crispin Porter Bogusky, Sid Lee, Leo Burnett, Saatchi & Saatchi, RPA, Y&R, Draftfcb, Kaplan Thaler e Grey. Inoltre ha diretto un video musicale interattivo per i Linkin Park, intitolato “Lost in the Echo”, e una campagna promozionale digitale per Paramount Pictures prima del lancio dell’attesissimo Paranormal Activity 4. Jukai - La foresta dei suicidi segna l’esordio alla regia di Zada.

JUKAI: La Foresta dei Suicidi - La presentazione del nuovo film di Jason Zada con Natalie Dormer 2017-09-25T08:30:29+00:00 Godai - 五代