Errore sul database di WordPress: [INSERT,UPDATE command denied to user 'Sql429500'@'89.46.105.118' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1553376646.1029739379882812500000', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

Alcuni errori da evitare nelle metro di Tokyo - Giapponizzati
Articolo già visitato
La metropolitana di Tokyo, specialmente per i novizi, presenta non poche difficoltà e sfide, ma solo inizialmente; dopo pochi utilizzi vi accorgerete che è più semplice di quanto potesse sembrare all’inizio. Però ci sono alcune cose, alcuni errori che spesso lo straniero commette, che andrebbero evitati per non essere guardati ed etichettati come i classici “baka gaijin”. Vediamo quali sono 1. Perdere l’ultimo treno E’ facile supporre che una città come Tokyo offra tutti i tipi di servizi 24h al giorno, ma così non è. Il servizio di metro fa partire l’ultimo treno a mezzanotte, minuto più, minuto meno. Quindi se dovete prendere delle coincidenze o cambiare più linne della metro, fate attenzione, il primo treno da prendere potrebbe dover essere preso con largo anticipo. La maggior parte delle linee finiscono la loro corsa solitamente poco prima dell’una di notte. Se perdete l’ultimo treno e siete lontani dall’hotel, siete costretti a fare come fanno gli abitanti di Tokyo: stare sveglio tutta la notte a bere, o dormire in capsule hotel. I taxi di Tokyo sono costosi, quindi valutate bene cosa vi conviene fare. 2. Trascinarsi i bagagli Arrivare a Tokyo nelle ore di punta, con tutti i bagagli al seguito, potrebbe essere veramente un disastro. Di norma c’è poco posto per le persone, figuratevi per grosse valigie. Quindi se non volete aspettare troppo per trovare qualche treno un pò più vuoto, potreste prendere in considerazione di farvi inviare i bagagli in hotel con un servizio di consegna. Ci sono 4 o 5 società di recapito tra cui scegliere all’aeroporto di Narita (chiedere dei takyubin). I bagagli arriveranno il giorno dopo, ed è a buon mercato. Sarà cura del vostro hotel accettare la consegna per voi. Come dicevo, gestire grandi bagagli su un treno nell’ora di punta a Tokyo è difficile. Finirete per schiacciare piedi a raffica, e “bollare” decine di gambe. Inoltre, passare e attraversare alcune delle stazioni più grandi di Tokyo, tra scale mobili, sali e scendi, è una fatica non indifferente, anche perchè per uscire da stazioni come quella di Shinjuku potreste dover fare un paio di chilometri a piedi, solo per uscire dalla stazione, sperando di non sbagliare uscita. 3. Parlare al telefono In Giappone è scortese parlare al telefono in treno. Inviate un messaggio di testo piuttosto. In generale, specialmente se si è in gruppo, ricordatevi che il parlare tra di voi a voce alta è comunque visto come una mancanza di rispetto. Parlate sottovoce e ricordatevi che per molti il viaggio in metro o treno è usato per fare un pisolino. 😀 4. Non arrabbiatevi Quello che potrebbe essere maleducato nel nostro paese, potrebbe non essere scortese in Giappone (e vice versa). Il sistema ferroviario di Tokyo può essere uno shock per il viaggiatore straniero alla sua prima volta. Siate pronti a essere schiacciati contro gli altri passeggeri o contro la porta, insomma siate pronti ad essere trattati come delle sardine. Se vi sentite spinti da qualcuno, usate il buon senso prima di arrabbiarvi, li purtroppo è la regola in certi orari. 5. Carrozze solo per donne Questa potrebbe essere un’esperienza imbarazzante per un uomo. Molte linee ferroviarie di Tokyo hanno dei vagoni riservati per le donne, ma solo in alcuni orari del mattino e del pomeriggio. Questo è stato fatto per debellare per quanto possibile, il non inusuale fenomeno dei palpeggiamenti. Se si finisce in coda per una di queste carrozze è probabile che qualcuno vi venga a far notare il vostro errore…ma ovviamente parlerà solo in giapponese il che complicherà ancora di più le cose. 6. Le carrozze “Silence” Ho già detto che il parlare e far chiasso in treno è considerato poco educato, ma sugli Shinkansen esistono delle carrozze apposite dove è richiesto l’assoluto silenzio. Nessuno parla, nemmeno i controllori dei biglietti, e anche gli annunci audio sulla stazione che si sta per raggiungere non ci sono, c’è semplicemente il display che lo dice. Quindi, oltre a fare assoluto silenzio, fate attenzione a non saltare la vostra fermata, perchè su uno Shinkansen potrebbe voler dire sbagliare anche di 100km. 7. Mettersi in fila Lo noterete subito alla prima stazione: tutti i giapponesi che aspettano il treno o la metro si mettono rigorosamente in fila per due, o seguendo le apposite linee di demarcazione dipinte sul pavimento. Evitate di fare i classici agglomerati all’italiana, ma mettetevi in fila come loro rispettando l’ordine d’arrivo. Inoltre ricordate di togliervi da davanti le porte dei treni per lasciar spazio a chi scende prima di salirci. Seguendo tutte queste semplici, ma importanti regole, sarete sicuramente apprezzati dai giapponesi e non visti come i classici turisti stranieri casinisti e maleducati. Buon viaggio! 😀
Alcuni errori da evitare nelle metro di Tokyo 2017-03-08T08:15:23+00:00 Godai – 五代