Articolo già visitato

Mancano ancora tre anni alle prossime Olimpiadi di Tokyo del 2020, ma già se ne parla da parecchio in Giappone, vista la clamorosa attesa. Hotel, negozi e aziende di ogni genere stanno cercando di fare del loro meglio per rendere i servizi più amichevoli per gli stranieri, giusto in tempo per i Giochi, dal fornire menù e descrizioni del cibo in inglese, al fare piccoli cambiamenti alle mappe nella speranza che possano essere più facili da capire anche per gli stranieri. A questa corsa nel migliorarsi non mancano famosi templi e santuari che proprio in questi anni sono, e saranno, sottoposti a pesanti restyling, vedi il mitico Kiyomizudera, il tempio più famoso di tutta Kyoto, che sarà in restauro per i prossimi anni, giusto in tempo per farsi bello per il 2020. Anche il vecchio Gundam di Odaiba è stato fatto fuori per un modello più grande, più nuovo e più bello. Ma quando si parla di Giochi Olimpici non si può non parlare degli ambasciatori ufficiali, e proprio recentemente sono stati presentati i primi ambasciatori ufficiali delle Olimpiadi, e sono…

...Astro Boy, Sailor Moon, Luffy, Naruto, Goku, Crayon Shin-chan, due delle magiche ragazze di Pretty Cure e Jibanyan. Beh che dire, dopo la mossa del primo ministro Abe di presentarsi vestito come Super Mario (per i più giovani sto parlando di un videogioco, non di Balotelli eh!), questo è l'ennesimo colpo di genio squisitamente Made in Japan! Inutile dire che in rete i commenti sono fioccati, da chi è entusiasta a chi lamenta...la mancanza di altri personaggi anime più famosi, da Pikachu a Tsubasa per citarne alcuni (cavolo, non sarebbe stato bello inserire anche Ken Shiro con la minaccia di far esplodere tutti i dopati?), ma come dice il video ufficiale di presentazione, ce ne potrebbero essere degli altri in futuro. E quindi, per la gioia di tutti, soprattutto per quelli che venderanno il merchandising, benvenuti ambasciatori delle prossime Olimpiadi di Tokyo!

Gli ambasciatori delle Olimpiadi di Tokyo 2017-09-14T08:30:44+00:00 Godai - 五代