Articolo già visitato

Quando parliamo di Kyoto, molti pensano alla sua vasta area centrale, in cui sono racchiusi molti dei suoi templi e santuari più famosi. Spesso si accosta a Kyoto anche la famosa area di Arashiyama, e ci si sposta leggermente a sud della stazione principale per visitare il Tofukuj e il Fushimi Inari. Ebbene, ci sono altre zone di Kyoto, magari un po’ più scomode da raggiungere, che nascondono, per i profani, zone meravigliose che nulla hanno da invidiare a quelle più rinomate e battute dai turisti. Oggi vi voglio parlare della zona di Oharano. Mai sentita? Probabilmente no. Eppure, in quest’area leggermente fuori Kyoto, ci sono alcuni templi e santuari mozzafiato, specialmente durante il periodo autunnale. Uno dei vantaggi di queste zone è che, essendo poco conosciute dalla massa dei turisti stranieri, non sono così affollate e trovarsi lì, circondato quasi esclusivamente da giapponesi, è un’esperienza unica. Provare per credere. Oggi mi voglio soffermare solo su due tra i migliori templi e santuari della zona: un tempio buddista, lo Yoshiminedera, e un santuario shintoista, l’Oharano Jinja.

Yoshiminedera

Yoshiminedera

Lo Yoshiminedera è un tempio della setta Tendai del Buddhismo giapponese, situato sulle montagne occidentali di Kyoto. Simile al Kiyomizudera, ma sul lato opposto della città, lo Yoshiminedera è costruito lungo il fianco della montagna e si affaccia su Kyoto. L'area del tempio è molto vasta e ci sono molti edifici distribuiti su tutto il lato della montagna. Un monaco dell'Enryakuji, chiamato Gesan, costruì lo Yoshiminedera come rifugio personale nel 1029. Nel 1467 il tempio fu distrutto durante la guerra Onin, ma venne ricostruito nel 1621. I principali oggetti di culto del tempio sono due statue di Kannon: la prima scolpita dallo stesso Gesan, e la seconda donata al tempio dall'imperatore Gosuzaku nel 1042. L'edificio principale dello Yoshiminedera, l'Hondo, si trova subito dopo il cancello d'ingresso principale del tempio. I percorsi del tempio si estendono fino alla cima della montagna da questi edifici, e numerose strutture templari più piccole si trovano lungo tutta la strada. La vista sulla città sottostante è impressionante. Oltre agli edifici, il tempio ha alcuni alberi sacri. Uno di questi è un pino di 600 anni, che è alto solo 2 metri, ma largo ben 40. L'area del tempio è particolarmente bella durante il periodo dei colori cangianti della stagione autunnale, solitamente al top a partire dalla seconda metà di novembre.

Oharano Jinja

Come arrivare: Prendete o la linea JR Kyoto dalla Kyoto Station fino alla stazione di Mukomachi oppure la linea Hankyu, dal centro di Kyoto, fino alla stazione di Higashimuko. Da entrambe le stazioni, il tempio è raggiungibile con l'Hankyu Bus numero 66 in 30 minuti, per un costo di 350 yen, sola andata. C'è solo un bus all'ora.

Oharano Jinja

Oharano Jinja

Il primo torii in pietra di Oharano si affianca sulla tortuosa strada che passa per il santuario. Una scala in pietra conduce al secondo torii alla sua sommità. Dal momento in cui si passa sotto il primo, si viene avvolti da circa 20 acri di lussureggiante vegetazione, un marchio di garanzia del Oharano Jinja. Il verde brillante degli aceri in primavera ed estate è seguito da loro cambio di colore rosso e giallo brillante in autunno. Proseguendo lungo la strada principale, si arriva al terzo torii, da cui si entra nella zona centrale del complesso. Una caratteristica di questo santuario è la presenza di stature di cervi, che qui sostituiscono le classiche sculture di cani-leone e volpi. Il santuario in se è modesto, ma è circondato da un magnifico bosco. Il santuario offre anche alcuni scorci caratteristici, come un laghetto con tanto di classico ponte rosso e lanterna in pietra e molto altro ancora. Ma come vi dicevo prima, il massimo splendore del santuario viene raggiunto durante la seconda metà del mese di novembre, quando gli aceri dei suoi immensi boschi cambiano colore e letteralmente accendono il santuario donandogli nuova vita.

Oharano Jinja

Come arrivare: Prendete o la linea JR Kyoto dalla Kyoto Station fino alla stazione di Mukomachi oppure la linea Hankyu, dal centro di Kyoto, fino alla stazione di Higashimuko. Da entrambe le stazioni, il tempio è raggiungibile con l'Hankyu Bus numero 66 o 65 in 20 minuti, scendendo alla fermata Minami Kasuga-cho. Da qui ci vorranno una decina di minuti a piedi per raggiungere il primo torii del santuario.

Una Kyoto che forse non conoscete 2017-08-29T08:30:21+00:00 Godai - 五代